CSAC – CENTRO STUDI E ARCHIVIO DELLA COMUNICAZIONE

Il Museo dello CSAC: il più esteso patrimonio visivo e progettuale in Italia sul Novecento
Sabato 23 maggio ha aperto al pubblico nell’Abbazia di Valserena, a pochi chilometri da Parma, il Museo del Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell’Università (CSAC), che conserva il più esteso patrimonio visivo e progettuale in Italia sul Novecento con oltre 12 milioni di materiali suddivisi in cinque sezioni: Arte, Fotografia, Moda, Progetto e Media. Nasce un nuovo spazio multifunzionale, dove si integrano un Archivio, un Museo e un Centro di Ricerca e Didattica. Una formula unica in Italia, che mantiene e potenzia le attività di supporto all’istruzione universitaria, di organizzazione di mostre e di prestito e supporto ad esposizioni in altri musei (come il MoMA di New York, il Centre Pompidou di Parigi e il Tokyo Design Center). Il Museo ospita l’esposizione permanente, che attinge allo straordinario repertorio visivo dell’Archivio. In occasione dell’inaugurazione, le sedici sezioni esposte nell’ampio spazio della Chiesa fanno emergere le interazioni trasversali delle sue collezioni con opere e progetti di autori come Lucio Fontana, Giorgio Armani, Gianfranco Ferré, Achille Castiglioni, Man Ray, Luigi Ghirri, Giò Ponti, Pier Luigi Nervi, Armando Testa, Tullio Pericoli. Chiude questo percorso la mostra monografica dedicata alla cultura figurativa e progettuale degli anni ’60 e ’70 con opere di artisti come di Enrico Baj, Mario Ceroli, Luciano Fabro, Emilio Isgrò, Enzo Mari, Giulio Paolini, Michelangelo Pistoletto, Mario Schifano, Ettore Sottsass, Emilio Tadini. Ai visitatori sarà offerta anche la possibilità di consultare, su prenotazione, i materiali degli archivi conservati nelle aree dell’Abbazia non aperte al pubblico.

Orari: dal martedì al venerdì dalle 10,00 alle 15,00 / sabato e domenica dalle 10,00 alle 20,00
Sede: Abbazia di Valserena, Strada Viazza di Paradigna, 1 – info 0521 033652 www.csacparma.it – PARMA

 

CSAC – RESEARCH CENTER AND ARCHIVE OF COMMUNICATION

CSAC Museum: the largest visual and project archive of the twentieth century in Italy.
Saturday, May 23th in the Valserena’s Abbey, near Parma, there have been the opening of the Museum of CSAC, which houses the largest visual and project archive of the twentieth century in Italy with over 12 millions of materials divided into five sections: Art, Photography, Fashion, Design and Media.
Opens a new multifunctional space, which integrates an archive, a museum and a research center. A unique formula in Italy, which maintains the activities of support to higher education, organization of exhibitions and lending support to exhibitions in other museums (like the MoMA in New York, the Centre Pompidou in Paris and the Tokyo Design Center). The Museum houses the permanent exhibition, which draws on the extraordinary visual repertoire of the archive. In occasion of the opening, the sixteen sections in the large space of the Church displays the transverse interactions of the different collections with works and projects of authors such as Lucio Fontana, Giorgio Armani, Gianfranco Ferré, Achille Castiglioni, Man Ray, Luigi Ghirri, Gio Ponti, Pier Luigi Nervi, Armando Testa, Tullio Pericoli. There will be also an exhibition dedicated to figurative art and design of the ’60s and’ 70s with works by artists such as Enrico Baj, Mario Ceroli, Luciano Fabro, Emilio Isgrò, Enzo Mari, Giulio Paolini, Michelangelo Pistoletto, Mario Schifano, Ettore Sottsass, Emilio Tadini. Visitors will also be able to consult, on request, the materials of the archives stored in areas of the Abbey that is not open to the public.

Opening hours: Tuesday – Friday 10am – 3pm / Saturday, Sunday 10am – 8pm
Location: Abbazia di Valserena, Strada Viazza di Paradigna, 1 – info 0521 033652 www.csacparma.it/en – PARMA